La fine di un’era

13 09 2012

DISCLAIMER: questo post non parla direttamente Svezia. Parla di CouchSurfing (che comunque mi ha permesso di trovare la mia prima sistemazione ad Uppsala) e di BeWelcome – in sintesi: argomenti che a mio vedere meritano una riflessione, anche se non direttamente legati alla terra di Svea.

 

Dopo 6 anni di onorato servizio, ho cancellato il mio profilo su CouchSurfing.

E’ stata una decisione sofferta, ma necessaria, accompagnata da una buona dose di tristezza. Il motivo scatenante, aggiuntosi alle precedenti perplessità della conversione di CS a for-profit, è stata l’introduzione dei nuovi termini di utilizzo (TOU) e della nuova privacy policy.

CouchSurfing nasce nel 2003 da un’idea di Casey Fenton. Nel 2006 a causa di un errore (umano) di gestione, gran parte dei database vanno persi e Fenton decreta la fine di CS. Invece, contrariamente a quanto profetizzato da Fenton, un collettivo di volontari si attiva e ricostruisce completamente il database, chiedendo ai singoli utenti di re-inserire i loro dati. CS rinasce dalle sue ceneri e in tre anni raggiunge la quota di 1.000.000 di utenti, continuando a crescere esponenzialmente.

Una storia a lieto fine, quindi? Purtroppo no.

Nell’estate del 2011 Fenton & soci, alla facciazza delle ripetute promesse di restare no-profit e senza avvisare la comunità, vendono baracca e burattini per 7,6 milioni di dollari. CouchSurfing diventa una corporation a tutti gli effetti (nonostante tutte le cazzate sul diventare una Benefit Corporation) e buonanotte al secchio.

Dato che al peggio non c’è mai fine, a fino Agosto 2012 C$ annuncia l’introduzione del nuovo TOU e privacy policy, in vigore dal 14 Settembre. In sintesi, chiunque si colleghi o utilizzi i servizi offerti da Corp$urfing a partire da tale data, garantisce una licenza perpetua, irrevocabile e rivendibile (senza necessità di ulteriori permessi o di avvisare l’utente) di utilizzare i dati, (incluso voce, somiglianza ed IDENTITA’! – v. punto 5.3) come meglio credono, incluso scopi commerciali. Dulcis in fondo, C$ dice anche apertamente che condivideranno/venderanno tali dati a terze parti.

Quindi, alla luce dei nuovi termini di utilizzo: addio Corp$urfing, buongiorno BeWelcome!

BeWelcome è una comunità di scambio di ospitalità (esattamente come C$) gestito da un’associazione no-profit francese, che – per legge – non può essere privatizzata. I suoi concetti base sono: democrazia, trasparenza e open source.

Essendo nato da poco (2007), c’è sicuramente ancora tanto lavoro da fare, ma di sicuro trovo apprezzabile che di fatto ci sia davvero la possibilità di contribuire attivamente al progetto. Nel frattempo, per coloro che ancora nutrono (vane) speranze di poter salvare l’anima di C$, c’è questa petizione da firmare.

“May the non-profit hospitality exchange prevail! :)”

Annunci